Alleanza Italiana Consumatori

Cerca

Vai ai contenuti

Missione



Frater qui Adiuvatur a Fratre, quasi Civica Firma
(L’Amore per il Prossimo Rende Invincibili come una Città Fortificata)

Vogliamo infondere
Nel Nostro Lavoro Quotidiano
la Gioia della Solidarietà umana

Actiones Nostras, Quaesumus Domine, Aspirando Praeveni et Adiuvando Prosequere:
Ut Cuncta Nostra Oratio et Operatio a Te Semper Incipiat et Per Te Coepta Finiatur”.
Frater qui Adiuvatur a Fratre, quasi Civica Firma



L'Associazione Consumatori- Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri, si è sempre distinta per iniziative di tutela e promozione dei diritti della persona e della famiglia, con riferimento ai diritti costituzionali dei cittadini alla salute, famiglia, lavoro, con specifica attenzione agli anziani e minori tutti consumatori ed utenti dei servizi erogati da soggetti privati e pubblici e fruitori dei servizi (e vittime dei disservizi) telefonici, energetici, idrici e dei servizi socio sanitari, bancari, finanziari ed assicurativi ecc.

Si impegna istituzionalmente nella offerta di una variegata attività di servizi legali agli associati "alleati" in un monitoraggio costante sui disagi e sulle problematiche dei cittadini consumatori ed utenti e sulla qualità e garanzia dei servizi e dei prodotti, per ottenere e pretendere il rispetto del diritto agli standard di qualità di beni e servizi:1)alla salute,b)alla sicurezza e alla qualità dei prodotti e dei servizi c)ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità, d) all'educazione al consumo, alla correttezza, trasparenza ed equità nei rapporti contrattuali concernenti beni e servizi.

Consulenza legale e segretariato sociale
agli associati fornita da agguerriti e preparati consulenti legali esperti delle materie consumeristiche

L'associazione consumatori dei cittadini consumatori ed utenti e vittime dei disservizi telefonici, energetici, e dei servizi sanitari, bancari assicurativi offre un'adeguata consulenza legale.

La difesa dei tuoi diritti è il nostro dovere!

In collaborazione con esperti ed agguerriti consulenti legali, l'Associazione ha quale sua esclusiva finalità quella di tutelare con ogni mezzo legittimo, ed in particolare con il ricorso allo strumento giudiziario, attraverso ricorsi amministrativi, azioni civili, diffide e denuncie penali, i diritti e gli interessi dei consumatori e degli utenti.

L'Associazione Consumatori "Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri"

La nostra Associazione dei consumatori si è sempre distinta per la particolare sensibilità sociale mostrata nel corso degli anni e per le rinnovate iniziative di tutela e promozione dei diritti della persona.
Grazie all'impegno costante nell' affermazione e tutela dei diritti della persona si vuole affrontare, con rinnovato entusiasmo, la "moderna discussione" dell'advocacy - promozione e tutela dei diritti- dei consumatori ed utenti con particolare riguardo al delicato tema dei diritti inviolabili della persona sia come soggetto sia come chiave di lettura delle diverse problematiche sociali, con riferimento agli aspetti relativi ai diritti costituzionali della persona: salute, famiglia, lavoro, ai fenomeni di immigrazione ed agli aspetti più delicati attinenti agli anziani, dei minori, tutti consumatori ed utenti dei servizi erogati da soggetti privati e pubblici e fruitori dei servizi (e disservizi) telefonici, energetici, idrici e dei servizi socio sanitari, bancari, finanziari ed assicurativi, con una particolare sensibilità nei confronti delle tante persone che maggiormente soffrono i mali sociali della discriminazioni ed emarginazioni sul profilo economico e sociale.

Il perseguimento dei diritti dei consumatori ed utenti rappresenta una scelta consapevole, della complessità e difficoltà delle diverse problematiche quotidiane, sorta dalla necessità di dare una risposta concreta ai bisogni sociali pretermessi nell'attuale società dei servizi al fine di recuperare tutti i diritti della persona e della famiglia, non più trascurabili in una società civile moderna che voglia proclamarsi autenticamente democratica. Una scelta di civiltà necessaria, che la nostra associazione dei consumatori ed utenti "Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri"ha posto istituzionalmente a proprio fondamento nell'atto costitutivo, frutto di quella feconda riflessione civile, morale e politica di quanti credono che la giustizia ed il rispetto delle regole rappresenti un valore da difendere e perseguire nell'interesse dei singoli e per il miglioramento delle condizioni civili e sociali di tutti i cittadini. Una scelta inevitabile di civiltà necessaria sintesi della spiccata sensibilità etica e laica che guida l'azione dell'associazione nella offerta di una variegata attività di servizi agli associati ed aderenti "alleati" con un monitoraggio costante sui disagi e sulle problematiche dei consumatori ed utenti e sulla qualità dei servizi e dei prodotti, per ottenere e pretendere il rispetto degli standard di qualità di beni e servizi.

Il rapporto personale che si viene ad instaurare tra l'azione dell'associazione ed i bisogni delle persone consente lo svolgimento di quell'essenziale attività di formazione, informazione e prevenzione che può fornire una risposta pronta ed immediata alla richiesta di garanzia dei diritti apprestando appositi servizi di assistenza e consulenza nel rispetto di quanto disposto dalla legge fondamentale 30 luglio 1998, n. 281" Disciplina dei diritti dei consumatori e degli utenti"(come modificata dalla legge 24 novembre 2000, n. 340 - pubblicata nella G.U. n. 275 del 24 novembre 2000 - dal Decreto Legislativo 23 aprile 2001, n. 224 - pubblicato nella G.U. n. 137 del 15 giugno 2001 - e dall'articolo 11 della legge n.39 del 1 marzo 2002 pubblicata nel Suppl, Ord. alla G.U. n. 72 del 26 marzo 2002) ove all'art. Art. 1. Finalità ed oggetto della legge dispone: In conformità ai principi contenuti nei trattati istitutivi delle Comunità europee e nel trattato sull'Unione europea nonché nella normativa comunitaria derivata, sono riconosciuti e garantiti i diritti e gli interessi individuali e collettivi dei consumatori e degli utenti, ne e' promossa la tutela in sede nazionale e locale, anche in forma collettiva e associativa, sono favorite le iniziative rivolte a perseguire tali finalità, anche attraverso la disciplina dei rapporti tra le associazioni dei consumatori e degli utenti e le pubbliche amministrazioni. Ai consumatori ed agli utenti sono riconosciuti come fondamentali i diritti che si tutelano:1)alla salute,b)alla sicurezza e alla qualità dei prodotti e dei servizi c)ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità, d) all'educazione al consumo, alla correttezza, trasparenza ed equità nei rapporti contrattuali concernenti beni e servizi, alla promozione e allo sviluppo dell'associazionismo libero, volontario e democratico tra i consumatori e gli utenti,e) all'erogazione di servizi pubblici secondo standard di qualità e di efficienza.

Lo spontaneo fiorire e rifiorire di queste esperienze oltre alla potenziale integrazione con altre realtà associative ed enti ha senza dubbio le potenzialità per svolgere efficacemente un controllo continuo e proficuo sul rispetto della trasparenza ed efficienza dell'erogazione dei servizi pubblici e privati ed il necessario rispetto delle normative e dei parametri di regolarità e continuità nella erogazione secondo le istituite ed istituende "carte dei servizi" quali essenziali strumenti di garanzia per i cittadini utenti e consumatori che hanno sempre maggiori strumenti per difendersi. Tali strumenti consentono oggi un effettivo controllo sulla qualità dei servizi e permette di ottenere risposte concrete alle esigenze di tutela dei consumatori e degli utenti. Così è per il servizio di fornitura di gas e per la relativa carta dei servizi entrata in vigore nel 1995 con D.P.C.M. che ha riconosciuto e statuito anche il diritto alla "partecipazione" dell'utente consumatore attraverso la informazione e proposte per ottenere la massima trasparenza, chiarezza ed efficienza nella fornitura. Le Carte dei Servizi" consentono unitamente alla istituzione di apposite figure come le Autorità Amministrative Indipendenti di mettere in evidenza quanto sia stata importante la spinta delle direttive europee volta ad imporre nel nostro sistema economico le disposizioni a tutela della concorrenza e del mercato ponendo fine con tali strumenti alle gravi disparità presenti nel mercato e garantire trasparenza, correttezza e controllo da parte dei consumatori e delle associazioni.

La complessità e la potenzialità di questi strumenti fa aumentare notevolmente la necessità di una corretta informazione e di strutturare e coordinare l'azione delle associazioni consumeristiche al fine di proiettare la propria azione nella direzione di una concreta e fattiva risposta alla rinnovata richiesta di garanzie dei diritti della "persona-consumatore-utente", inserito ed inquadrato nel suo problematico e complesso contesto culturale, sociale, ambientale, urbanistico. "Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri" si propone un'azione che si svolga tenendo in gran considerazione gli aspetti relativi alla educazione al consumo sempre più improntato alla ricerca di un'effettiva garanzia della qualità e della sicurezza dei beni e servizi offerti nel mercato e degli aspetti problematici dell'utilizzo del territorio urbano e dell'impegno per un ambiente salubre.

Infatti, solo un monitoraggio costante delle carenze e dei disservizi nelle città permette di individuare le linee guida per la sensibilizzazione ed individuazione di zone urbane di degrado ad alta "sofferenza" e la segnalazione e promozione di piani di recupero in favore dei cittadini che subiscono i disagi delle carenze strutturali nella fruizione dei servizi ed utenze i cui diritti vengono irrimediabilmente compromesse dallo stato "istituzionale" di grave abbandono e degrado. In tale avvilente realtà i cittadini si trovano sempre più isolati ed i loro diritti sono sospesi nell'avvilente incuria istituzionale che li involge condizionandone irrimediabilmente ogni garanzia di tutela in quanto il contesto esprime l'esigenza di un'azione socializzante ed aggregante attraverso una iniziativa volta alla promozione e tutela dei diritti. Tale attività è fondamentale ed indispensabile per dare fiducia al singolo ed inserirlo nella a pieno titolo nella società dei diritti.

L'importanza istituzionale delle associazioni è sempre più riconosciuta e valorizzata, basti osservare alle delibere della Regione Lazio che, nell'ambito dell'approvazione del programma di attività a favore delle associazioni utenti e consumatori di cui all'art. 8 della L.r. n.44/92, ha sottolineato la strutturale importanza politica svolta dalle associazioni auspicando una funzione sempre più integrata fra le diverse realtà associative e l'attività delle istituzioni statali. La stessa delibera valuta non solo "preziosa per i cittadini" ma riconosce al tempo stesso i limiti delle istituzioni pubbliche in quanto inefficaci ed impotenti non riescono a governare i complessi processi di produzione e commercializzazione di beni ed offerta dei servizi. Ciò accade in importanti settori: sanitari, bancari, assicurativo, in cui lo Stato ha dimostrato la propria debolezza ed incapacità di offrire la sufficiente garanzia dei diritti dei cittadini i quali scompaiono di fronte ai potenti interessi economici delle Amministrazioni o enti bancari assicurative industriali al cui cospetto i diritti dei singoli cittadini svaniscono.

Ma la forza dei singoli cittadini mediata dalle associazioni di consumatori ed utenti può essere valorizzata attraverso l'impegno e l'iniziativa dei singoli consumatori e istituzionalmente promossa come essenziale per garantire il rispetto delle garanzie e dei diritti ed efficace nel dare una risposta al bisogno sempre più sentito di tutela dei diritti del singolo e nell'interesse generale.

L'"Associazione Consumatori Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri"favorisce e si propone di sviluppare e coinvolgere la massima partecipazione sociale, radicata e diffusa, monitorata dalla costruzione di una rete di sportelli, centri di ascolto e centri di assistenza e consulenza dei consumatori e utenti, per la progressiva realizzazione di una efficace tutela attorno all'idea centrale della "persona" per dar vita ad un circolo virtuoso di generale promozione e tutela dei diritti che oltre a fornire una risposta immediata alle singole esigenze possa garantire quella necessaria e sempre più indispensabile solidarietà sociale e, dunque l'avvio di individuali percorsi conoscitivi ed esplorativi finalizzati a dare in sintesi una soluzione sociale e solidale dei problemi individuali avviando quel "progetto individuale" di soluzione delle problematiche soggettive nell'interesse generale della collettività.

Per la realizzazione di tali obiettivi si rende necessario individuare ed identificare quelle "buone prassi" idonee a sveltire le procedure amministrative di tutela dei diritti eliminando le croniche difficoltà di circolazione delle informazioni sui tempi e modi di soluzione dei problemi tra i singoli consumatori ed utenti e gli enti locali, aziende private o municipalizzate, in un ottica che prescinda sempre più dal singolo caso e fornisca in prospettiva anche un importante aiuto alle stesse istituzioni ed aziende per conoscere i propri clienti consumatori ed utenti e fornire sempre nuovi strumenti meglio rispondenti alle esigenze degli utenti.

Ciò consentirebbe di aprire uno squarcio nel silenzio istituzionale sui concreti bisogni individuali e sociali fornendo finalmente uno spiraglio di luce nel silenzio in cui sono posti specie i diritti dei soggetti più deboli tra i deboli permettendo ad essi di essere ascoltati e garantiti. Tale azione propulsiva fornirebbe quella necessaria fiducia nel mercato dei beni e dei servizi con riflessi benefici sociali per l'intero sistema economico consentendo anche una efficace ripresa dei consumi cardine di qualsiasi economia di mercato.

L'intervento di sensibilizzazione e la consapevolezza della disciplina legale potenziata anche dagli interventi della Comunità economica Europea ha determinato in capo al "consumatore" un vero e proprio centro interesse, dedicando al soggetto consumatore in contrapposizione del soggetto produttore un vero e proprio statuto del consumatore la cui disciplina prevede una serie di diritti e garanzie correlati da strumenti legali sempre più efficaci ed efficienti che lo accompagnano e tutelano nello svolgimento di tutte le fasi in cui vengono ad esplicarsi i rapporti economici (naturali) tra a domanda e l'offerta dei beni nel sistema economico nazionale ed internazionale. Tale legislazione è stata introdotta sulla consapevole e cosciente che ogni iniziativa debba essere non possa prescindere dalle "leggi economiche" e dalle dinamiche dirompenti che possono svilupparsi in modo incontrollato nella Società
A tal proposito la associazione consumatori "Alleanza nazionale dei Consumatori" esprime il proprio entusiasmo verso le iniziative promosse dal Ministero delle Attività Produttive per la realizzazione di una rete Europea E.E.J-Net, finalizzata a sensibilizzare il consumatore nel rispetto delle garanzie di indipendenza, trasparenza, contraddittorio, efficacia, legalità, libertà, rappresentanza, imparzialità, equità permettendo di avere accesso agli organi ed alle procedure extragiudiziali esistenti a livello europeo come l'arbitrato e la conciliazione, iniziative rivolte allo scopo di favorire lo sviluppo e la armonizzazione dei diritti dei consumatore negli scambi tra i paesi membri.

Gli stessi documenti ufficiali, purtroppo, certificano come nella nostra società, si sia verificata una progressiva e per il momento difficilmente reversibile perdita di fiducia nei confronti della giustizia amministrata dallo Stato e nei mezzi di accesso alla giustizia.

La normativa richiamata è perfettamente conscia delle difficoltà che si incontra nell'attività di assistenza sociale - legale, ai consumatori ed utenti infatti, emergendo chiaramente una diffusa e radicata diffidenza del consumatore che, evidentemente memore di passate e poco piacevoli esperienze, con molta cautela cerca di capire il funzionamento e le iniziative a loro tutela in quanto perfettamente al corrente dei costi della giustizia ed i disagi ulteriori legati ai tempi sempre più indeterminabili di soluzione.

La nostra azione prevede che il consumatore o l'utente una volta entrato in contatto con i servizi da noi offerti ed apprezzata la professionalità e disponibilità, possa immediatamente trovare la propria nuova dimensione funzionale e propulsiva essendo posto al centro dell'attività di garanzia e promozione sociale che contribuisce a realizzare.
Si attua in tal modo, la trasformazione della funzione sociale del "soggetto" che da una funzione passiva o per meglio dire impassibile delle relazioni socio-economiche si trasforma in elemento propulsivo, innescando la propria iniziativa un procedimento finalizzato alla verifica della legittimità delle relazioni economico-sociale che avverte e percepisce come illegittime ed ingiuste e di cui chiede tutela.

In questa attività propulsiva si realizza progressivamente la restituzione di un ruolo "soggettivo" al consumatore che nelle relazioni contrattuali non trova più o comunque trova in maniera molto limitata la possibilità di incidere e condizionare con la propria volontà le relazioni negoziali.

La progressiva introduzione di contratti per adesione predisposti unilateralmente dal venditore di prodotti o fornitore di servizi, determina, in maniera sempre più incisiva, l'impossibilità per il consumatore aderente di valutare gli aspetti e le conseguenze essenziali del contratto.

Pertanto, nella fase di formazione dell'accordo negoziale non vi è più neppure l'interesse di conoscere gli aspetti fondamentali in quanto è esclusa, nella massima parte dei casi, ogni possibilità di incidere o modificare le clausole volute dal venditore.

Le possibilità di porre rimedio alle clausole cosiddette "vessatorie" degli interessi e diritti dei consumatori ed utenti, sebbene potentemente aumentate dalla moderna impostazione legislativa, frutto anch'esse dell'introduzione di garanzie comunitarie applicate, purtroppo introdotte in Italia con il solito meditato ritardo ed in modo parziale, non garantisce la tutela efficiente, efficace ed effettiva dei diritti.
I tempi ed i costi della Giustizia in Italia sono enormi, tali da scoraggiare qualsiasi iniziativa da parte del singolo consumatore, questa è la cosciente realtà che guida lo spirito dell'iniziativa della "Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri ".

E' più che evidente, quindi, dalle relazioni e dai richiami della Comunità Europea sul disastroso stato della Giustizia in Italia, quanto sconvenienti ed impraticabili siano gli strumenti e le vie predisposte dallo Stato per la difesa dei diritti ed interessi legittimi dei cittadini, talmente onerosi da rendere ulteriormente pregiudizievole la stessa iniziativa legale.
L'introduzione nell'ordinamento italiano -tramite la legge 52/96, degli articoli 1469 bis e seguenti- della Direttiva Cee 93/13, ha segnato l'inizio di un diritto contrattuale degli "acquirenti" ad essere tutelati nei confronti di clausole vessatorie contenute all'interno dei contratti, affiancando al diritto del "più forte" dei produttori ( realtà organizzate sempre più su larga scala, imprese, società multinazionali ecc.) il diritto del "consumatore" finalizzata alla tutela del soggetto debole rappresentato dal nuovo personaggio legislativamente creato del "consumatore" che aspira ad essere sempre più protagonista della realtà economica e sociale.

La legislazione innovativa ritiene le clausole vessatorie e sanzionate con la nullità e/o comunque annullabilità giudiziale, quelle clausole che ingenerando una situazione di squilibrio tra il consumatore ed il venditore o fornitore di beni o servizi (od un qualsiasi altro professionista).

La legislazione prevede la nuova regolamentazione delle "relazioni di scambio" prescindendo da un giudizio di merito circa la "buona fede" del professionista, affermando un più generale principio, infatti, si sancisce un principio per cui considerate le reciproche posizioni di forza o di debolezza non possono venire determinati a carico del consumatore squilibri significativi tra i diritti e gli obblighi derivanti dal contratto.

Il consumatore, pertanto, non può essere obbligato a sopportare conseguenze eccessive gravose a seguito di questa sua inferiorità economica e ne esce rivalutato sotto il profilo della tutela e del rispetto del proprio ruolo essenziale e funzionale che inevitabilmente genera un necessario entusiasmo e fiducia nel mercato inserendosi così perfettamente nel quadro della politica di sviluppo delle "iniziative a vantaggio dei consumatori di cui all'art. 148, comma 1 della legge 23 dicembre 2000 n.388.

Al fine di evitare quella deriva dei diritti soggettivi e la conseguente degenerazione della solidarietà sociale che la progressiva rinuncia ai propri diritti determinerebbe, l"Alleanza Nazionale dei Consumatori" si propone l'obiettivo di una azione svolta nell'ambito di una progressiva rivalutazione del territoriale e del diritto fondamentale alla salute con tutte le problematiche di prevenzione ad essa inerente.

Una breve premessa era essenziale al fine di poter proporre una convinta e convincente proposta-progetto che intende contribuire concretamente ad uno sviluppo sociale basato su criteri di equità e giustizia, attraverso la promozione della solidarietà umana e sociale e culturale, con una azione che favorisce la partecipazione democratica dei cittadini sensibilizzati allo sviluppo locale e sociale, anche mediante la promozione di iniziative culturali caratterizzate socialmente dal1'integrazione nella vita sociale ed economica della popolazione sempre più a rischio di marginalità.

La situazione della regione laziale nei grandi agglomerati urbani sono sempre più sentite le grandi difficoltà legate alla mobilità ed alle gravi carenze del servizio di pubblico trasporto spesso insufficiente ad assorbire una domanda crescente sempre più auspicati. La necessità di un potenziamento dei servizi e la sensibilizzazione sugli aspetti economici e decongestionanti di un migliore e più razionale sistema di servizi potrebbe garantire la realizzazione di un servizio pubblico che possa costituire una credibile alternativa alla cronica situazione di inquinamento atmosferico ed acustico dei grandi centri urbani. Il costo sociale dello stato attuale del traffico è rappresentato dall'aumento esponenziale delle patologie respiratorie e da una incidenza evidente nello scadimento generalizzato della qualità della vita nei centri ad alta concentrazione.


Obiettivi, metodi e strumenti del progetto

Gli obiettivi perseguiti e gli strumenti necessari si basano sulla ricerca ed analisi delle problematiche attraverso un'azione strutturata ed integrata tra le varie esperienze e diverse realtà sociali ed istituzionali per la promozione e tutela dei diritti sul territorio, all'upo sono previsti il potenziamento di sportelli sul territorio. Tali realtà territoriali che fungendo da centri di monitoraggio potenziate da un sistema di rete informatizzata contribuiscono a rendere in ogni momento percettibile lo stato di avanzamento del progetto di sensibilizzazione promozione e tutela. Ovviamente costituendo realtà dislocate sul territorio consentono anche immediatamente un rilevamento dell'andamento dei prezzi al consumo e sullo stato di fornitura dei servizi pubblici essenziali e consentono una strategia unitaria efficiente di soluzione coordinata del problema sociale.

L"Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri" in piena sintonia con il D.M 26 maggio 2003 si propone di promuovere e coordinare studi, ricerche, dibattiti e seminari di ricerca, la raccolta, la conservazione di materiali e di documenti relativa alla propria attività oltre ad una azione propulsiva e cooperativa con le istituzioni per richiamare l'attività di enti pubblici e privati anche attraverso campagne coordinate d'informazione, pubbliche manifestazioni, oltre alla sollecitazione di tavoli di discussione su temi di interesse relativi ai diritti e alle garanzie dei diritti dei consumatori ed utenti.

L'associazione persegue gli obiettivi di tutela dei consumatori e degli utenti dei vari servizi pubblici, bancari, assicurativo, servizi sanitario in cui vengono rientrano anche gli utenti ed il servizio di trasporto pubblico, urbano, interurbani e internazionali, telefonico, elettrico, scolastico, d'informazione e radiotelevisivi e di ogni altro servizio anche gestito da persone giuridiche non di diritto pubblico tutto ciò può essere attuato attraverso la strutturazione del servizio legale e una intensa attività di informazione e di consulenza giuridica a favore dei cittadini e dei soggetti sociali più deboli: anziani, giovani dei quartieri periferici, disoccupati, lavoratori costretti ad un rapporto precario con le attività lavorative, cittadini extracomunitari immigrati.

La necessità di integrare ed aggregare gli interessi dei singoli consumatori come soggetto attivo di relazioni economici e sociali e nella sfera socio-famigliare in quanto non solo l'individuo va ad essere tutelato nei propri interessi economici ma la stessa persona che viene ad essere garantita e tutelata anche in sede politica e propositiva, in tal senso la stessa associazione svolge una funzione di proposizione di norme e progetti di legge che potranno adeguatamente tutelare, modificare e innovare la legislazione regionale, nazionale e comunitaria anche grazie al coinvolgimento delle diverse esperienze politiche associative ed istituzionale, in rapporto alle singole problematiche affrontate e risolte con interventi mirati, tale esperienze costituiscono il banco di provo di nuovi diritti non ancora codificati e/o di proposte di tutela o modifica dei vincoli e dei limiti derivati dal modello di sviluppo economico e sociale che possa raggiungere anche le fasce più deboli della società e a tal fine l'"Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri":

  • a) promuove, organizza, valorizza nelle forme più opportune le risorse personali, famigliari, e collettive dei cittadini consumatori nella formazione, informazione, ed autotutela degli stessi in ordine al soddisfacimento e alla qualificazione dei bisogni della collettività;
  • b) promuove e coordina la creazione di organismi economici basati sull'autogestione e partecipazione diretta dei singoli e delle famiglie per la difesa del potere d'acquisto del salario e la scelta programmata e consapevole dei consumi; in questo quadro "Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri", intende fare leva sulla identità famigliare, chiamarla a responsabilità, valorizzarne il ruolo educativo e farla riconoscere dalle istituzioni.
  • c) ricerca un nuovo modello di sviluppo che tenga conto di un nuovo modo di consumare tale da condizionare le forme di produzione, trasformazione e commercializzazione;
  • d) difende la salute e l'integrità morale dei cittadini-consumatori e utenti nei confronti delle imprese di produzione e commercializzazione di beni e di servizi, nonché tutela i diritti dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione, ivi compresa la possibilità di presentare ricorsi in via giudiziaria.


Altri settori di intervento

La tutela della salute e dell'ambiente:L'associazione ha sempre espresso chiaramente la propria particolare sensibilità culturale e sociale nel perseguimento e nella ricerca delle cause che determinano le nuove povertà svolgendo una serie di seminari con interessanti pubblicazioni sulla delicata tematica la cui diffusione esprime l'impegno profuso nell'analisi delle dinamiche socio economiche che in continua evoluzione determinano la inclusione ed esclusione sociale di intere categorie sempre più a rischio.

  • Sicurezza alimentare sia in chiave di difesa dalle manipolazioni speculative sia in chiave propositiva della qualità dei beni e della qualità della vita;
  • promozione e tutela dei diritti all'alimentazione sana e biologica, all'aria pulita, all'acqua potabile;


Il commercio equo e solidale.
Le motivazioni di tale impegno sono nei valori della proposta della associazione, e nella collocazione fra le forze che si sentono impegnate per una E-governance partecipata, democratica, solidaristica dei processi di globalizzazione.
La sicurezza dei prodotti e dei servizi.
Il tema della sicurezza e della prevenzione e trasversale ed interessa tutti i consumatori e l'intera collettività oltre ad essere interesse degli stessi produttori evitare e ridurre che vi siano nel mercato dei prodotti delle crisi (come per il pollo alla diossina e per la mucca pazza) tali crisi determinano dei costi sociali in conto occupazionale ed economico in tasca ai consumatori di notevoli proporzioni.
Esso fa parte dell'azione quotidiana degli sportelli di tutela integrata della persona (consumatori e utenti) e della difesa concreta degli interessi e dei diritti dei consumatori e utenti.
Diritto alla Casa ed all'abbattimento delle barriere architettoniche
In particolare l'attenzione della associazione è rivolta alle problematiche afferenti al diritto alla casa e ai prodotti che in essa si usano e si consumano e più in particolare all'abbattimento delle barriere architettoniche con la formulazione dei progetti per gli anziani disabili e bambini le proposte di prevenzione specie nel comparto del traffico privato.


Rispetto della carta dei servizi

L'associazione è stata sensibile alla predisposizione ed applicazione della "carte dei servizi" e il rapporto con le Autority, come l'Autorità per l'Energia e per le garanzie nelle telecomunicazioni e dei servizi pubblici, anche prevedendo la codificazione di sempre nuove "garanzie" e proteggendo il rispetto delle carte dei servizi esistenti attraverso un controllo integrato del rispetto delle garanzie.
Rispetto dei LEA Con queste motivazioni e contenuti l'Alleanza Nazionale dei Consumatori si propone una attiva partecipazione alla costruzione codificazione della LEA (livelli essenziali di assistenza) e in generale della Carta di qualità dei servizi postali, alla carta dei servizi idrici, sanitari e dei servizi pubblici essenziali.
L'affermazione del diritto universale nei servizi e le agevolazioni alle fasce deboli.
Ci sono servizi che devono essere messi a disposizione delle persone in quanto cittadini, indipendentemente dalla loro collocazione nella scala sociale. Essi vanno assicurati e garantiti e non possono essere messi ad una compatibilità con il rispetto delle regole di mercato che vede nel bisogno l'innalzamento dei gradi di utilità e del prezzo per quel determinato bene e/o servizio con i rischi di illegalità e comportamento criminale come potrebbe avvenire nell'ambito dei trapianti e o dei beni legati al commercio clandestino.
Con questa filosofia abbiamo impostato ed intendiamo impostare il rapporto con le istituzioni ed in particolare con le Autorità per la concorrenza l'Autorità per le Telecomunicazioni stiamo collaborando per la Carta dei Servizi e per le agevolazioni tariffarie per le fasce deboli ed il mercato e le Autority per l'energia sui temi attinenti agli standard di qualità e sopra tutto sul costo delle bollette e sulle tariffe elettriche che vedono il nostro paese fra i primi posti nella graduatoria poco gratificante del paese poco attento ai bilanci delle famiglie monoreddito agli anziani ai disabili ecc. Nella azione propositiva l'associazione ha puntato sulla propria dimensione sociale e nel proprio radicamento territoriale.Attività di iniziativa popolare come promotore di raccolta firme e petizioni. Attività educative e preventive al consumo.
Con questa anima la promuove una attività educativa a tutti i livelli con forme e iniziative che si adattano alle diverse realtà, tutte però basate sul contatto vivo e il dialogo personale.

L'accesso alla giustizia

Per l'affermazione e diffusione di una rinnovata fiducia nella cultura della civiltà e legalità. All'interno di questa cultura della giustizia, si colloca l'iniziativa strategica dell'accesso alla giustizia alternativa interpretata come impegno di traduzione della cultura della mediazione, che è cultura di pace e per obiettivi concreti di giustizia.

E' importante anche avere bene in mente l'insegnamento che proviene dalla Comunità E.E. che dei consumatori si occupa proprio per garantirne la uniformità e certezza dei prezzi e delle tariffe per infondere l'indispensabile fiducia nel mercato comune necessaria al successo ed al sostegno della introdotta moneta unica europea.
Alla luce delle attività esercitate come potranno essere potenziate e strutturate nell'interesse della collettività ed in cooperazione con le strutture pubbliche e private sulle seguenti materie:

  • informazione su prezzi e tariffe: miglioramento della condizione informativa dei consumatori sui prezzi di beni e servizi di largo e generale consumo, compresi i servizi di pubblica utilità, e servizi finanziari, anche attraverso l'elaborazione o sviluppo di servizi informativi, telematici e di materiali divulgativi; monitoraggio; apertura di appositi sportelli informativi e call center, anche mediante accordi di collaborazione con enti territoriali più vicini al consumatore e/o con organismi nazionali o amministrazioni centrali;
  • sicurezza: servizi di orientamento del consumatore all'acquisto di prodotti sicuri;
  • monitoraggio sull'efficienza dei servizi; miglioramento del livello di conoscenza dei consumatori sui soggetti pubblici cui spetta la sorveglianza sulla sicurezza dei prodotti; predisposizione di strumenti di analisi e studi, organizzazione di centri di informazione e documentazione, sui prodotti e sui servizi; apertura di appositi sportelli informativi e call center, anche mediante accordi di collaborazione con enti territoriali più vicini al consumatore e/o con organismi nazionali o amministrazioni centrali;
  • qualità: servizi di informazione sulle carte dei servizi e sugli standard di qualità apertura di appositi sportelli informativi e call center, anche mediante accordi di collaborazione con enti territoriali più vicini al consumatore e/o con organismi nazionali o amministrazioni centrali; studi e analisi sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti ai consumatori ed agli utenti;
  • RC-Auto: servizi di informazione, orientamento, monitoraggio, verifica delle procedure, assistenza degli utenti dei servizi assicurativi; apertura di appositi sportelli informativi e call center, anche mediante accordi di collaborazione con enti territoriali più vicini al consumatore e/o con organismi nazionali o amministrazioni centrali; incremento e diffusione di strumenti di formazione ed orientamento;
  • azioni a tutela dei consumatori: servizi di assistenza, consulenza dei consumatori e divulgazione con qualsiasi strumento relativamente ai diritti di cui all'articolo 1 della legge n. 281 del 1998, nonché cura degli interessi collettivi dei consumatori ed utenti nell'ambito del territorio regionale interessato;


L'"idea" centrale del progetto di tutela dei consumatori ed utenti proposto dalla associazione dei consumatori "Alleanza Nazionale dei consumatori" è quella di promuovere sensibilizzare controllare e rendere effettivo i diritti dei consumatori ed utenti rendendo, agevole e soprattutto "partecipata" l'attività del singolo che svolge con la nostra associazione e nell'interesse della stessa collettività il servizio di tutela "sociale" dei consumatori ed utenti.
Con questo spirito, l'"Alleanza Italiana dei Cittadini e Stranieri"vuole proseguire nella realizzazione di questo ambizioso progetto, nell'interesse della Società e con la partecipazione della stessa collettività, fornendo gli strumenti e facendo da mediatore sociale, culturale e legale tra l'individuo nella veste di consumatore o utente e la stessa Società.

Frater qui Adiuvatur a Fratre, quasi Civica Firma

Sempre ispirata dall’Amor per il Prossimo che move il Sole il cielo e le altre Stelle”.




















Home Page | Missione | Iniziative | Alleanza Lavoratori | Invia il tuo Articolo | Modulistica | Amici dell'Alleanza | Emergenza Casa | Sindacato di Polizia Sinap | Consulta Democratica | Dove Siamo | Links | News | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu